Oltre 370 case all'asta nel Vicentino, ''ma non è tutto oro''.

Pubblicato in News il 30 nov 2018

Magistro (Fimaa): ‘’A volte ci si fa abbagliare ma sono utili valutazioni che solo un esperto può fare’’


Comprare immobili all’asta per realizzare un affare: non sono pochi – segnala Confcommercio Vicenza – i vicentini che guardano con crescente interesse all’opportunità di acquistare casa approfittando dell’abbattimento di prezzo garantito dalle procedure di vendita tramite il tribunale. 


Solo a guardare il sito dedicato del Tribunale di Vicenza, le opportunità, in effetti, non mancano visto che sono oltre 370 gli immobili attualmente all’asta di cui una trentina in città. ‘’Le Agenzie immobiliari stanno ricevendo parecchie richieste di affiancare privati e imprese nelle procedure di acquisto all’asta – conferma Serafino Magistro, presidente della Fimaa-Confcommercio provinciale, l’associazione degli agenti immobiliari -. Il ‘’fai da te’’ in questi casi, può portare più di qualche rischio, perché vanno fatte opportune valutazioni sulla regolarità urbanistica dell’immobile, se è libero o affittato, sulla finanziabilità nel caso sia acquistato tramite un mutuo. Tutti aspetti che gli agenti immobiliari verificano prima di qualsiasi acquisto’’.


Per questo l’aggiornamento di questi stessi professionisti è continuo. Il prossimo appuntamento organizzato da Fimaa-Confcommercio sarà proprio sulle aste immobiliari. Oggi, Venerdì, alle 18, al Centro formazione Esac di Creazzo si terrà il seminario ‘’Le aste immobiliari: un mercato da conquistare’’. 


L’esperto Fabio Spalvieri (formatore, specialist business unit aste Credipass e autore del libro ‘’Sette passi nei pignoramenti immobiliari’’) ‘’affronterà alcuni degli aspetti di maggior interesse, ad esempio le fasi del processo esecutivo nei pignoramenti e nelle aste, i portali web dedicati, l’accesso ai mutui in caso di aste o pignoramenti’’ (iscrizioni alla segreteria Fimaa Vicenza, tel 0444964300). ‘’Al di là degli aspetti normativi – chiude Magistro -, il nostro ruolo è valutare le reali esigenze dei clienti, consigliando le tipologie di immobili più in linea con queste e anche una valutazione sull’investimento. A volte il prezzo di aggiudicazione rispetto alla perizia iniziale può sembrare assolutamente conveniente, spesso tra il 30 e il 40% delle stime’’ ma è meglio non farsi abbagliare e comprare a ragion veduta, anche alle aste.


Autore: Il giornale di Vicenza 

Invia un commento

Acconsento al trattamento dei dati personali

MARCO DALL'IGNA

Scrivimi

Pagina precedente

Saldo Imu e Tasi 2018: c'è tempo fino al 17 dicembre, ecco come fare.. 

Pagina successiva

Assicurazione sulla casa: Quale scegliere? Costi, coperture e detrazioni.
Newsletter