Chi non può richiedere un mutuo: i requisiti aggiornati al 2019

Pubblicato in News il 14 mar 2019

Per ottenere un finanziamento è necessario avere specifici requisiti anagraficilegali e finanziari. Ecco quali sono e cosa deve fare per ottenerli chi non può richiedere un mutuo casa.

 

Per ottenere un finanziamento immobiliare è necessario innanzitutto aver raggiunto la maggiore età, fissata nel nostro Paese a 18 anni.

Il limite massimo di età per ottenere un mutuo è diverso a seconda degli istituti di credito e può essere fissato a 70 anni, a 75 come a 80.

 

È richiesta inoltre la residenza in Italia o la cittadinanza in uno Stato appartenente all’UE. Possono ottenere mutui anche i cittadini extra comunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno in Italia. Chi non può richiedere il mutuo per mancanza di tale requisito ha diverse strade da percorrere: spostare la residenza nel nostro Paese oppure ottenere la cittadinanza italiana o europea o ancora regolarizzare la propria posizione in Italia munendosi di permesso di soggiorno.

 

Abbiamo parlato finora dei requisiti anagrafici e legali: vediamo ora quali sono i requisiti finanziari.

 

Prima di erogare un mutuo gli istituti di credito valutano la solidità patrimoniale del cliente, che si deduce dal reddito netto dello stesso e del nucleo famigliare di riferimento come risulta dalle ultime dichiarazioni dei redditi. Valutano inoltre la presenza di garanzie personali e reali. Considerano l’esistenza di garanti, cioè di soggetti che possono intervenire in caso di inadempimento delle rate, il valore dell'immobile da ipotecare.

I requisiti anagrafici, legali e finanziari permettono alla banca di avere un quadro complessivo della capacità di rimborso del cliente. Il possesso degli stessi consente di avviare l’istruttoria approfondita che, in caso di esito positivo, permetterà l’erogazione del mutuo. La presenza dei requisiti va dimostrata consegnando alla banca documenti come quelli di seguito elencati: copia della carta d’identità o di altro valido documento di riconoscimento; copia del certificato di residenza o del permesso di soggiorno; copia del contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato; copia delle buste paga degli ultimi anni; copia delle ultime dichiarazioni dei redditi; copia degli ultimi estratti conto; i cedolini della pensione.

 

Oggi possono ottenere mutui anche i lavoratori freelance e le persone che non possono dimostrare la presenza di entrate fisse mensili, come i prestatori di lavoro occasionale e chi ha un contratto di lavoro atipico. L’erogazione del mutuo nei confronti di questi soggetti è comunque legata alla presenza di garanzie personali prestate da terzi o di fonti di reddito diverse dai redditi da lavoro e pensionistici, come gli introiti derivanti da affitto di immobili di proprietà.

 

Autore: Eleonora D'angelo per Facile.it - https://www.facile.it/mutui/news/chi-non-puo-richiedere-un-mutuo-i-requisiti-aggiornati-al-2019.html

Invia un commento

Acconsento al trattamento dei dati personali

ALESSANDRO MAULE

Scrivimi

Pagina precedente

20 anni a Schio, città fuori dal Comune 

Pagina successiva

Chi deve pagare e a chi spetta l'assicurazione casa in affitto?
Newsletter