Centenario degli alpini: approvata all'unanimità la proposta delle penne nere

Pubblicato in News il 04 dic 2020

Le penne nere di Malo vogliono portare in paese il raduno triveneto del 2025. Per farlo dovranno avere il via libera dei livelli superiori dell'Associazione nazionale alpini, ma intanto hanno incassato il plauso e l'impegno a sostenere la manifestazione da parte del Consiglio comunale.


Quando si dice raduno triveneto si parla di una manifestazione che per organizzazione e partecipazione è seconda solo all'adunata nazionale, in quanto porta nei vari centri del Veneto, del Friuli-Venezia Giulia e del Trentino-Alto Adige che la organizzano di anno in anno, non meno di 20/30 mila alpini.


Uno sforzo ciclopico anche per il pur solido gruppo alpini di Malo, il più numeroso a livello nazionale, ma che avendo alle spalle la sezione Ana "Montre Pasubio" di Vicenza e ora anche il sostegno dell'Amministrazione comunale, le penne nere maladensi si sentono in grado di sostenere.


L'organizzazione di un raduno di tale portata è qualcosa di veramente impegnativo, e il gruppo Ana di Malo lo sa bene, avendo la "triveneta", come la chiamano gli alpini, fatto tappa nel 2013 a Schio e nel 2017 a Chiampo; sarebbe dovuta tornare quest'anno ad Asiago, ma l'emergenza sanitaria l'ha fatta slittare, si spera, al 2021. Di conseguenza anche i tempi per organizzarla sono necessariamente lunghi, anche perchè agli alpini le cose piace farle bene e con calma. Ma non è solo questo il motivo per il quale Malo si è mossa con ben cinque anni di anticipo: nel 2025, infatti, ricorrerà il centenario di fondazione del gruppo Ana del paese, e l'intenzione è quindi quella di sottolineare tale importante anniversario organizzando l'importante appuntamento.


«Il gruppo alpini di Malo è soddisfatto dell'unanime appoggio espresso dal Consiglio comunale alla proposta del raduno triveneto - commenta il capogruppo Gianni Stevan -. Questo è però solo il primo passo di un lungo impegno: ora ad esprimersi dovrà essere la sezione Ana di Vicenza, quindi la richiesta arriverà a livello del 3° raggruppamento dell'Ana, ovvero il Triveneto. Per noi il 2025 è una data importante soprattutto perchè sarà l'anno del centenario, ma anche il 25° anniversario di inaugurazione della nostra sede: fu  proprio in quell'occasione, nel 2000, che a Malo si svolse l'ultima importante manifestazione alpina con l'adunata sezionale».


Per ora, in attesa dei successivi passi, le penne nere maladensi incassano il sì convinto ed entusiastico del Consiglio comunale e iniziano a scaldare i motori, perchè a quell'evento ci credono.

 

Autore: Paolo Rolli per Il Giornale di Vicenza

Invia un commento

Acconsento al trattamento dei dati personali

ALESSANDRO MAULE

Scrivimi

Pagina precedente

Ecco come trovare un lavoro interessante con rapide prospettive di carriera 

Pagina successiva

Gonzo presidente Ipab “18 nuovi posti in Rsa”
Newsletter